Facciamoci sentire! Eventi Fiocchetto Lilla – Aprile

Il 7 aprile ci ha regalato emozioni e azioni per il contrasto ai Disturbi del Comportamento Alimentare, eventi promossi dal Fiocchetto Lilla Castel San Pietro.

Facciamoci sentire! Eventi Fiocchetto Lilla – Marzo @Autodromo Imola

Il 15 di marzo, nella Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla, abbiamo lanciato questa richiesta all’opinione pubblica ed alle Istituzioni civili e sanitarie del territorio Circondariale dell’Imolese

FACCIAMOCI SENTIRE il 15 di marzo all’autodromo E. e D. Ferrari

Ormai i Disturbi della Nutrizione e dell’Alimentazione (DNA) hanno raggiunto livelli troppo elevati. La sanità ha difficoltà a tenere il passo.

Se a fatica riesce a curare 100, l’anno dopo si ritrova con 110/120 nuovi casi. Di questo passo, se non ci saranno grossi investimenti nella cura, i tempi di attesa per la presa in carico da lunghi diventeranno interminabili oppure le prestazioni saranno inevitabilmente diradate.

E’ il momento che tutti si facciano carico direttamente del problema: cittadini, Istituzioni, Legislatore.

FACCIAMOCI SENTIRE, dunque.

Siamo noi famigliari di Fanep (Famiglie Neuropsichiatria Pediatrica) che lanciamo questo appello accorato:

  • Ci ascoltino i Cittadini affinché si informino sulle patologie. I genitori, gli insegnanti, gli allenatori sportivi e tutti coloro che interagiscono con i giovani devono avere un minimo di preparazione perché dovranno riconoscere i primi sintomi e intervenire presto. I genitori, inoltre, saranno coinvolti nel percorso di cura e dovranno tenere d’occhio la salute del resto della famiglia e degli eventuali fratelli.
  • Ci ascoltino le Istituzioni. Facciano di più per informare i cittadini e non li lascino soli quando devono supportare una cura. E’ un momento molto difficile in cui si rischia un decadimento pesante della qualità di vita di tutta la famiglia.
  • Ci ascolti il legislatore. Le politiche che riguardano la famiglia (lavoro incerto e faticoso); la scuola e le attività sportive che, sembra non abbiano attrattività adeguate. La comunicazione famigliare, scolastica, sportiva, televisiva e del web spesso è opprimente e molto spesso è contraddittoria. Tutti elementi che evidenziano ripercussione sulla salute mentale di tutti, in particolare dei giovani. (vedi le conseguenze del covid).

Il 15 di marzo, nella Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla, abbiamo lanciato questa richiesta all’opinione pubblica ed alle Istituzioni civili e sanitarie del territorio Circondariale dell’Imolese, ricevendo anche consenso a proseguire ed a fare gruppo insieme.

Erano presenti tanti cittadini, diverse associazioni di volontariato di salute mentale e le massime autorità degli Enti patrocinanti il progetto.

Anche il riscontro mediatico è stato interessante e ci auguriamo che il messaggio arrivi pure al legislatore.

 

Il Professore Rossoblù

Disturbi alimentari in aumento dopo il Covid

A teatro con FANEP: “A scatola chiusa” – commedia di Feydeau

Ieri pomeriggio al Teatro Dehon di Via Libia a Bologna si è svolto un doppio spettacolo con la commedia “A scatola chiusa” del prolifico e notissimo drammaturgo francese Georges Feydeau, […]

Cena di Natale Solidale 2023 FANEP

Cena solidale al Golf Club Bologna di Crespellano

Questo weekend, in occasione di un torneo, il Golf Club di Bologna ci ha aperto le porte per una serata speciale di solidarietà e generosità.

È stata un’occasione davvero unica per condividere la nostra causa con i Soci e gli ospiti del Golf Club.

Un ringraziamento speciale va direttamente al Golf Club Bologna per la calorosa accoglienza e l’ospitalità eccezionale, resa possibile anche grazie alla deliziosa cena messa a disposizione dal Ristorante Al Pappagallo sul Green.

Il loro supporto ha contribuito al successo di questo evento.

Un grande abbraccio a Jinn per l’organizzazione, l’ospitalità e il sostegno costante nella realizzazione di questa serata.

Grazie a tutti i soci e i partecipanti che hanno reso questa serata indimenticabile con la loro generosità e spirito solidale.

Ogni contributo fa la differenza.

Un applauso caloroso ad Andrea Mingardi e al complesso musicale che ha allietato la serata con la loro musica.

 

Giornata del lascito solidale

Consegna della valigia blu di Bulgarelli al Bologna FC

Questa sera in pre gara con il Milan, FANEP consegnerà la valigia numero 22 di Bulgarelli al Bologna

I clown alla Festa del Borgo di Cereglio

FANEP ha portato serenità e divertimento ai bimbi presenti, con i clown!

SOS disturbi alimentari a Bologna

Intervista del Resto del Carlino alla Prof.ssa Antonia Parmeggiani, neuropsichiatra infantile, direttrice del Centro regionale per i disturbi della nutrizione e dell’alimentazione in età evolutiva con sede al Sant’Orsola e afferente alla Neuropsichiatria dell’età pediatrica dell’Irccs Istituto delle scienze neurologiche di Bologna dell’Ausl, diretta dal professor Duccio Cordelli.

I disturbi dell’alimentazione sono in continuo aumento tra gli adolescenti, il Covid ha peggiorato alcuni comportamenti, e preoccuparsi dell’immagine corporea è sempre più al centro dei pensieri dei giovanissimi.

Da almeno quattro anni registriamo un incremento importante di queste patologie. Nel 2019 erano 337 i ragazzi seguiti, nel 2020 durante la pandemia i pazienti sono saliti a 370, tra i 322 dell’ambulatorio, 30 ricoveri in reparto e 18 in day hospital. Dalla città e dalla provincia sono arrivati in 245, dal resto dell’Emilia-Romagna 66, da fuori Regione 11. E la progressione è continuata: nel 2021 i pazienti sono stati 399, lo scorso anno 433.

Leggi l’articolo completo sul sito del Resto del Carlino.