Cena in blu a Palazzo de' Toschi

Cena in blu a Palazzo de’ Toschi

Quando gli ingredienti, affinché una torta riesca alla perfezione, ci sono tutti il risultato finale stupisce ma non troppo. è andata così infatti al momento di tirare le somme della attesissima e riuscitissima Cena in Blu organizzata da Fanep Onlus, con il supporto di prestigiosi partner e con la magistrale organizzazione di Eleonora Stavar che collabora con Fanep per l’organizzazione degli eventi.

Cena in Blu perché ad ogni ospite era stato richiesto di indossare un particolare blu nell’abbigliamento. Richiesta che è stata puntualmente rispettata da tutti i partecipanti, dai ballerini di danza acrobatica (che indossavano bellisimi body blu) e dalle bellissime modelle di Miss Mondo.

La location assolutamente magnifica: il bellissimo Palazzo de Toschi vestito a festa ha lasciato tutti gli intervenuti piacevolmente sorpresi.

La serata si è aperta con un ottimo aperitivo servito nella splendida terrazza, per poi sedersi al tavolo dove è stato servito il resto previsto per l’ottima cena.

E mentre gli ospiti venivano deliziati dal buon cibo il Presidente, Dott. Valentino di Pisa e il Prof. Franzoni facevano gli onori di casa ringraziando gli intervenuti e spiegando a tutti quali ambiziosi progetti possono essere portati avanti grazie al sostegno di tanti e ad eventi come le cene che sono per Fanep grandi occasioni di raccolta fondi.

Presente alla serata il nostro mitico e storico testimonial Paolo Mengoli che intonando “C’è chi Fanep” ha coinvolto tutti gli ospiti nel cantare insieme l’ormai famoso inno di Fanep (scritto per noi da Andrea Mingardi) .

Spettacolari e coinvolgenti anche gli intramezzi gentilmente offerti dai ballerini di danza aerea che hanno tenuto tutti gli ospiti incollati con il naso all’insù deliziati dalle loro acrobazie.

Immancabile la lotteria che ha visto molti dei partecipanti andare a casa non a mani vuote ma con bellissimi premi.

Ma a dire il vero a mani vuote non è andato a casa nessuno, se non con un premio, ogni partecipante è certamente andato a casa con la consapevolezza di aver partecipato ad una bellissima serata e di aver contribuito a qualcosa di grande: l’aver contribuito ad un bellissimo sogno che da 35 anni cresce e si alimenta, che quotidianamente sperimenta l’affetto e la stima di chi ci conosce e ci sostiene e che ha permesso a Fanep di realizzare concretamente tanti anzi tantissimi bellissimi progetti a sostegno delle famiglie e dei nostri pazienti.