Potenziamento valutazione psicodiagnostica e neuropsicologica per pazienti con patologie neuropsichiatriche infantili.

FANEP contribuisce a potenziare l’attività della Neuropsichiatria Infantile sostenendo le famiglie colpite da disturbi neurologici, della nutrizione e dell’alimentazione in età evolutiva. Poter garantire ad ogni bambino una diagnosi precoce significa poter individuare i segni premonitori per attivare interventi preventivi e/o di cura, in grado di migliorare la salute, le competenze comunicative e relazionali dei bambini a rischio, sostenendo la famiglia.

L’attività presso gli Ambulatori dell’Unità Operativa (U.O.) di Neuropsichiatria Infantile (NPI) richiede percorsi di valutazione e supporto al piccolo paziente ed alla sua famiglia. Si è reso sempre più necessario integrare e completare l’approccio medico con il potenziamento dell’approccio psicologico sostenendo, così, un intervento globale nella patologia neuropsichiatrica. L’ambito di intervento si occupa, nello specifico di potenziare il servizio di valutazioni psicodiagnostiche e neuropsicologiche, in tutte quelle patologie neuropsichiatriche con particolare attenzione alle patologie rare neurologiche, in particolare Neurofibromatosi (NF1)e al disturbo di spettro autistico (ASD) che frequentemente si associa ad epilessia e puo’ costituire un fattore prognostico negativo. Parte dell’intervento è rivolto alla coppia genitoriale, o al singolo genitore, per affiancarla e sostenerla di fronte alle conseguenze che una diagnosi neuropsichiatrica può comportare. Il sostegno alla genitorialità comporta: adeguare le risposte; organizzare le risorse; programmare gli interventi per i piccoli pazienti e le loro famiglie.
Nel caso dei bambini minori di 10 anni l’obiettivo principale è quello di fornire strumenti efficaci per la diagnosi di disturbi della nutrizione e dell’alimentazione (DNA) e di screening per l’individuazione precoce di eventuali difficoltà alimentari in bambini e preadolescenti.
L’intervento viene realizzato nell’ambito del percorso di cura dell’U.O. di NPI a potenziamento e supporto del percorso di cura.

Destinatari diretti: le consulenze psicodiagnostiche si rivolgono a bambini con patologie neuropsichiatriche infantili e a bambini affetti da DNA da 0 a 10 anni. Parte dell’intervento è indirizzato anche alla coppia genitoriale o al singolo genitore.
Destinatari indiretti: i familiari di adolescenti con DNA

FINALITÀ PRINCIPALI:

  • Effettuare una corretta e precoce psicodiagnostica attraverso la valutazione del livello intellettivo, delle capacità cognitive, delle competenze meta-cognitive

Dona per contribuire al progetto

Potenziamento valutazione psicodiagnostica e neuropsicologica per pazienti con patologie neuropsichiatriche infantili.

Digita qui il tuo importo

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Totale Donazione: €1.00